Seguici su Facebook
Italiano
English
Français
Deutsch
Espana
LA STORIA DI VENEZIA



Venezia é una città unica al mondo per il modo con il quale é cresciuta: è stata costruita su oltre un centinaio di isole della laguna a 4km dalla terraferma e a 2 km dal Mare Adriatico. L’intero centro storico, intersecato da canali e collegato da centinaia di ponti, è un tesoro dal punto di vista artistico e architettonico.
La città assume un’eccezionale atmosfera durante il fenomeno dell’acqua alta, quando l’alta marea oltrepassa il livello della terraferma e allaga le strade e le piazze principali di Venezia.
Per queste
ragioni, Venezia è una delle città più visitate dai turisti di tutto il mondo.
Dal punto di vista amministrativo, è capoluogo di provincia e della regione Veneto e conta 310.000 abitanti.


Alla caduta dell’impero romano orde di barbari calarono dal nord dell’Europa portando in Italia morte e distruzione. Gli abitanti delle città venete, per scampare alla ferocia di Unni e Vandali, si rifugiarono nelle isole della laguna adriatica: fu così che, intorno al 450 D. C., nacque Venezia, “città delle isole” sottoposta all’influenza bizantina e governata da un duca, o doge, eletto da un’assemblea popolare.


Il sapiente uso della diplomazia e
delle armi portò Venezia ad essere padrona in poco tempo delle coste dell’Istria, della Dalmazia e della Puglia e a diventare una vera e propria potenza sempre meno dipendente da Bisanzio. Lo splendore di quella che venne chiamata la Serenissima Repubblica ha inizio però solo nel 1202, quando il doge Enrico Dandolo fornì un aiuto decisivo ai cavalieri della quarta Crociata nella conquista di Costantinopoli.

Dalla spartizione dei beni bizantini la Serenissima guadagnò immense ricchezze che le consentirono di ampliare i propri orizzonti commerciali: le sue navi dominavano il Mediterraneo fino al Medio Oriente e tornavano nella laguna cariche di merci preziose, introvabili in Europa.


Venezia toccò
il culmine della potenza all’inizio del Quattrocento, dopo aver sconfitto il duca di Milano ed aver conquistato molte città del nord-est italiano, diventando con Milano e Firenze una delle principali potenze della penisola italiana.  Da allora iniziò la lenta ma inesorabile parabola discendente della Serenissima: a partire dal 1415 i Turchi conquistarono ad una ad una le colonie veneziane in Medio Oriente mentre alla fine del secolo i Portoghesi, circumnavigando il Capo di Buona Speranza, aprirono una nuova via verso le Indie togliendo ai veneziani il primato commerciale in quelle zone.

 
L’ultima sfolgorante vittoria militare è quella di Lepanto, nel 1571, contro la flotta turca. Poi la decadenza si fa inarrestabile. Nel 1797 Venezia perde l’indipendenza: viene conquistata da Napoleone Bonaparte che successivamente la cede agli austriaci. La Serenissima Repubblica non esiste più e solo 70 anni dopo, nel 1866, i territori veneziani entreranno a far parte del nascente Regno d’Italia.

 

CONTATTACI
Richiedi disponbilità camere
Offerte speciali